Parla come Mangi.

Non lasciatevi prendere dalla tentazione di impreziosire le vostre descrizioni o il vostro racconto con parole desuete, che non usereste mai in una conversazione quotidiana. Siamo d’accordo che la scalinata di Trinità dei Monti a Roma, durante l’Infiorata, sia uno spettacolo per gli occhi, ma è davvero efficace descriverla come “un tripudio di fiori dal profumo inebriante”? Delle due l’una: o vi chiamate Gabriele D’Annunzio, oppure scegliete parole che siano realmente rappresentative del vostro vocabolario quotidiano. Risulterete sicuramente meno banali o finti e il vostro lettore vi ringrazierà.

Claudio Visentin e Giulia De Dominicis

Questa voce è stata pubblicata in Scrittura. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>