Strumenti “di servizio”

Va bene prendere nota di quello che vi colpisce, va bene considerare il vostro taccuino come il vostro più caro amico. Ma in viaggio ci sono dei tempi, delle tappe, dei trasferimenti che non si possono proprio ritardare. Nessun problema: grazie a una macchina fotografica digitale, o ancora meglio, a uno smartphone, possiamo raccogliere in gran quantità materiale – foto, video e audio – “di servizio”, che poi butteremo via quando il reportage sarà concluso. Quanto tempo servirebbe per provare a disegnare tutti i dettagli delle splendide chiese barocche a Lecce? Una foto e via, verso la prossima destinazione. A casa, con calma, riprenderemo la foto e realizzeremo il nostro disegno.

Claudio Visentin e Giulia De Dominicis

Questa voce è stata pubblicata in Scrittura. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>